Volver

Andrea Camilleri, tre pagine per raccontare mondi.

In letteratura on febbraio 1, 2012 at 22:47


Soltanto tre pagine, questa è la lunghezza di ognuna delle 33 storie narrate sapientemente dalla penna di uno dei più grandi autori italiani viventi, Andrea Camilleri. L’opera, intitolata Il diavolo, certamente è uscita per i tipi di Mondadori da poche settimane.

Con provata abilità, lo scrittore siciliano si misura con un genere, quello dei racconti brevi, che di solito spaventa un po’ i romanzieri. Del resto, non è facile concentrare una situazione complessa in poche battute; quando lo spazio narrativo è troppo breve, infatti, non sempre il lettore riesce ad entrare in contatto con l’universo emotivo dei personaggi.

Con Camilleri, naturalmente, questo pericolo è scampato, perché il Maestro è dotato di un’innata abilità di sintesi, oltre che di un’esperienza impareggiabile nella costruzione del colpo di scena finale, che nelle storie de Il diavolo, certamente si sviluppa quasi sempre nell’ultima riga.

Siamo sicuri che i puristi della critica letteraria storceranno un po’ il naso durante la lettura di questo libro, scriveranno recensioni da cui traboccherà delusione per l’ultima prova, che giudicheranno sottotono, dell’autore siciliano.

Per quanto ci riguarda la riteniamo un’ulteriore prova di quella vivacità letteraria a cui Camilleri ci ha abituato nei suoi ultimi lavori.

Annunci

Invia il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: